Ordine delle Professioni Infermieristiche di Pisa

corso di Formazione: Infermieri, giornalisti e avvocati: evoluzione professionale, informazione e aspetti legali a confronto

Mercoledì 30 Marzo si è tenuta la giornata dedicata all'immagine della professione e all'evoluzione professionale dell'infermiere.

L'inizio dei lavori è stato dedicato alla presentazione del libro "ZEROQUARANTOTTO" scritto da Lucia Benetti. Una descrizione estremamente lucida ed arguta del mondo sanitario visto con gli occhi della stessa scrittrice, dopo la personale esperienza in veste di paziente. Il ricavato di "zeroquarantotto" e del precedente "Non sempre vince Golia", è interamente devoluto in beneficenza all'ospedale pediatrico Mayer.

Successivamente ha avuto inizio il dibattito curato dai tre rappresentanti delle diverse professioni in causa.
Il primo ad accendere i motori è stato il nostro collega e consigliere Giuseppe Federico Stefani, che con una relazione a tratti ironica e pungente, ha saputo tracciare l'evoluzione della nostra professione esaltandone i pregi, ma anche evidenziandone i limiti con una attenta autocritica, identificando infine le manchevolezze degli avvocati e dei giornalisti, nel raccontare al mondo chi è oggi l'infermiere.
La seconda parte è stata dedicata all'Avvocato Francesco Prestifilippo, che con precisione e puntiglio, ha saputo spiegare agli intervenuti, molti aspetti importanti sui cambiamenti legali a carico della nostra professione, soprattutto sul tema della responsabilità del professionista infermiere, alla luce delle nuove normative. Di particolare rilievo ed interesse è stata la lettura finale di alcune recenti sentenze, che hanno ben spiegato in pratica, gli aspetti citati in precedenza.

Infine, l'intervento del giornalista, direttore del quotidiano La Nazione, Tommaso Strambi, che con un interessante e pungente relazione, ha identificato e spiegato agli astanti, molti aspetti della professione giornalistica e del modo di raccontare le storie legate alla nostra professione, dimostrando capacità di autocritica unite ad intelligenza ed onestà intellettuale.
Il dibattito che ne è seguito, è stato interessante e vivace. Ne è stata dimostrazione il fatto che il pranzo di lavoro previsto inizilamente per le 13,00 è iniziato con un'ora di ritardo.

Il pomeriggio è stato dedicato alla approvazione del bilancio e alle domande e richieste degli iscritti.
Di particolare rilievo, l'approvazione del nuovo regolamento che permetterà ai neoiscritti al collegio in attesa di occupazione di usufruire della riduzione del 50% sulla quota di iscrizione al collegio. Un piccolo gesto, ma significativo, che il consiglio direttivo vuol rivolgere ai colleghi giovani in cerca di lavoro.

A margine del congresso, si è tenuta la prima edizione di "NURS'ARTE" : una mostra di opere realizzate da colleghi che hanno impressionato i presenti per la bellezza e il pregio artistico.

Il consiglio direttivo ringrazia tutti i partecipanti.