Adempimenti libero professionista

Iscrizione all'Albo Professionale

Obbligatoria per legge, è necessaria anche per poter godere del regime di esenzione IVA. Va effettuata presso la sede del Collegio di appartenenza.

 

Registrazione del Diploma e deposito della firma all'ASS

Ci si deve presentare personalmente agli Uffici preposti dalla ASS con l'originale del Diploma, un documento d'identità in corso di validità ed il tesserino d'iscrizione al Collegio.

 

Adempimenti relativi all'IVA

Chiunque eserciti un'attività libero-professionale è tenuto a chiedere entro 30 giorni dalla data d'inizio dell'attivita stessa l'assegnazione di un numero di Partita IVA presso l'Ufficio IVA della provincia di domiciliazione fiscale.

 

Comunicazione al Collegio

Il professionista è tenuto a comunicare al proprio Collegio, entro 30 giorni, l'inizio dell'attività (clicca qui per scaricare il modulo da inviare) Il Collegio ha l'obbligo di tutela deontologica, professionale e tariffaria del professionista e assolve inoltre ai compiti di controllo sulla pubblicità sanitaria ad esso demandati per legge.

 

Iscrizione all'Ente di Previdenza

È obbligatoria l'iscrizione all'ENPAPI (Ente di Previdenza ed Assistenza della Professione Infermieristica). Per l'iscrizione collegarsi al sito ENPAPI.

 

La Pubblicità Sanitaria

La pubblicità e consentita solo attraverso targhe sull'edificio nel quale si opera o con inserzioni sugli elenchi telefonici. Sono consentite, in particolari casi, inserzioni su giornali e periodici destinati ad esercenti professioni sanitarie.
Le leggi che regolamentano la pubblicità sanitaria sono pubblicate su questo sito.

Per targhe, inserzioni, carta intestata e biglietti da visita, bisogna richiedere il nulla osta al Collegio della Provincia dove si intende svolgere l'attività, presentando una domanda con le indicazioni dettagliate del tipo di richiesta. Il Collegio trasmetterà poi la domanda agli Uffici Comunali.
Per l'inserzione su periodici l'autorizzazione va richiesta anche alla Regione che chiederà poi il parere al Collegio di appartenenza.

Per pubblicitaà effettuata senza autorizzazione è prevista la sospensione dell'esercizio professionale (fino a 6 mesi); per pubblicità con indicazioni false, tendenziose o strumentali il periodo di sospensione può arrivare ad un anno.

 

Registri e fisco

Il libero professionista ha la possibilità di detrarre dal reddito una percentuale degli importi relativi alle spese da lui effettuate per l'esercizio della professione (canoni di locazione, arredamenti, apparecchiature tecniche, spese di manutenzione ecc..). Ha però l'obbligo di tenere scrupolosamente aggiornati tutta una serie di registri (fatture emesse, acquisti, incassi e spese, beni ammortizzabili ecc.) e di provvedere a versamenti periodici (IRPEF, IVA, Ente di Previdenza ENPAPI, SSN ecc.) fissati per legge in determinati periodi dell'anno.

 

ADEMPIMENTI ANNUALI

29 febbraio

certificazione sostituti d'imposta

5 marzo

tassa partita IVA

5 marzo

versamento debito emergente dichiarazione IVA

15 marzo

dichiarazione IVA presso ufficio competente

31 maggio

saldo IRPEF-SSN anno precedente

31 maggio

primo acconto IRPEF-SSN anno in corso

30 giugno

dichiarazione redditi Mod.740

30 giugno

dichiarazione redditi Mod.750

30 giugno

certificazione quote di partecipazione soci

20 luglio

versamento e dichiarazione ICIAP

30 settembre

dichiarazione sostituto d'imposta Mod.770

30 novembre

secondo acconto IRPEF-SSN anno in corso

27 dicembre

acconto IVA anno in corso

 

ADEMPIMENTI MENSILI

entro il 18 del mese successivo

liquidazione e versamento IVA mensile

entro il 3 del secondo mese successivo

liquidazione e versamento IVA trimestrale

entro il 15 del mese successivo al pagamento

versamento ritenuta d'acconto